Home > Glossario > T > TARSUG Glossario
Esplora per lettera
A | B | C | D | E | F | G | H | I | J | K | L | M | N | O | P | Q | R | S | T | U | V | W | X | Y | Z | Altri | Tutti
Categoria: Suolo pubblico

Stampa in versione pulita Invia questo termine ad un amico TARSUG

Definizione:
TASSA per la RACCOLTA e lo SMALTIMENTO dei RIFIUTI SOLIDI URBANI (giornaliera)

= LEGISLAZIONE DI RIFERIMENTO: Decreto legislativo del 15/11/1993, n. 507
= PERCHE’ SI PAGA: la tassa è dovuta al Comune per il servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti solidi urbani, oltre che di spazzamento delle strade pubbliche.
= CHI PAGA: il presupposto della tassa è l’occupazione di uno o più spazi, adibiti a qualsiasi uso e giacenti sul territorio del comune dove il servizio di smaltimento rifiuti è reso in maniera continuativa. Quindi, il presupposto impositivo non è il servizio prestato dal comune, ma la potenziale attitudine a produrre rifiuti da parte dei soggetti detentori degli spazi. Soggetti passivi di questa tassa sono i detentori di immobili e di superfici scoperte operative a qualsiasi uso destinate che esistono nel territorio del Comune impositore; chi detiene o occupa a qualsiasi titolo un immobile o una superficie operativa deve presentare una Denuncia ai fini dell'applicazione della TARSU, dichiarando la superficie dell'immobile, l'uso a cui è destinata, i dati catastali oltre ai suoi dati personali. Sono esenti dal pagamento del tributo gli immobili che per loro natura non possono produrre rifiuti perché in obiettive condizioni di inutilizzabilità che devono essere denunciate e dimostrate con idonea documentazione dal detentore o proprietario.
= MODALITA’ DI APPLICAZIONE DELLE TARIFFE: L'Ente territoriale, con apposito Regolamento, stabilisce delle categorie a cui corrispondono delle tariffe al m²: ogni categoria identifica dei gruppi all'interno dei quali si possono riunire particolari tipologie di immobili destinati ad attività economiche o a scopo residenziale. Le categorie possono essere suddivise in due gruppi principali: gli immobili a uso domestico e quelli ad uso non domestico.
Fonti: D. Lgs. 163/06, D. Lgs. 507/93

Inviato da francesco.mariani, il 16-Jan-2014 13:49. | Questo termine è stato letto individualmente 2824 volte.